Il sito portolano anfibio
della regione Liguria

iscriviti alla
newsletter


Portolano anfibio: il progetto

Breve descrizione del portolano anfibio della Regione Liguria.

Programma Italia-Francia Marittimo

La cooperazione al cuore del Mediterraneo

Progetto europeo: Odyssea

In cosa consiste, quali sono i partner e altre informazioni utili.

Progetto strategico TPE

"Tourisme, Ports, Environnement"

Portolano anfibio: il progetto

I velisti, soprattutto quelli “di piacere”, sono sempre alla ricerca di informazioni sulle coste, i porti, gli approdi.
Per soddisfare le esigenze e la curiosità di questi marinai, Pat e Syusy hanno realizzato uno speciale Video-Portolano anfibio delle coste della Liguria. Su richiesta della Regione, hanno infatti viaggiato per terra e per mare per scoprire tutto ciò di cui i “diportisti per caso” potrebbero aver bisogno durante le loro avventure.

 

La particolarità di questo Portolano è il suo spirito metà marino e metà terrestre. Non a caso è stato definito "anfibio". Oltre alle indicazioni utili per l'ormeggio, infatti, vengono raccontati anche i luoghi più affascinanti e al tempo stesso semplici da raggiungere disseminati nell'entroterra.

Il viaggio dei “diportisti per caso” parte da La Spezia per raggiungere poi tutte le piccole perle della costa ligure di levante: Isola Palmaria, Portovenere, Riomaggiore, Manarola, Tellaro, Levanto e il Parco delle Cinque Terre, solo per citare qualche nome.
L'esplorazione è poi proseguita più a ovest, lungo la costa della Provincia di Genova, passando da Sestri Levante, Lavagna, Rapallo, Portofino.

A Genova, i diportisti per caso hanno esplorato tutti gli approdi aperti al pubblico per proseguire poi il viaggio verso Arenzano e, oltre, la costa della Provincia di Savona. Qui si possono visitare – fra gli altri - Alassio, Bergeggi e Varigotti, per spingersi poi verso Imperia e Sanremo, fino a Bordighera.

 

L'elenco completo dei porti e delle località visitate è navigabile sfogliando le diverse sezioni del sito.